##plugins.themes.bootstrap3.article.main##

A. De Santis D. Iacoviello V. Di Cocco O. Di Bartolomeo

Abstract

Le osservazioni al microscopio elettronico a scansione (SEM) delle superfici di frattura

ottenute a seguito di rotture per fatica consentono di evidenziare alcuni meccanismi di avanzamento che dipendono dal materiale e dalla modalità di applicazione delle sollecitazioni. L'introduzione di moderne tecniche di analisi di immagine assistite al calcolatore permette di elaborare un numero di informazioni elevato che consente di porre in relazione le caratteristiche morfologiche locali con il comportamento meccanico macroscopico del materiale. In questo lavoro è stata implementata una tecnica innovativa di analisi di immagine basata sull'analisi della tessitura, valutando l'influenza delle condizioni di applicazione della sollecitazione (LlK applicato) sulla evoluzione del clivaggio rilevato sulle superfici di frattura a fatica di una ghisa sferoidale ferritoperlitica.

Comments

  1. Latest Oldest Top Comments

    Downloads

    Download data is not yet available.

    ##plugins.themes.bootstrap3.article.details##

    Section
    Miscellanea

    How to Cite

    De Santis, A., Iacoviello, D., Di Cocco, V. and Di Bartolomeo, O. (2013) “Un approccio innovativo per l’analisi quantitativa delle superfici di frattura a fatica nelle ghise sferoidali mediante elaborazione di immagini”., Frattura ed Integrità Strutturale, 2(5), pp. pages 27–38. doi: 10.3221/IGF-ESIS.05.03.