Endogas da metano e corretta sinterizzazione di acciai

  • G. F. Bocchini

Abstract

Prima di spiegare il significato del termine corretto, in questo contesto, si espongono le influenze del
carbonio su microstrutture e proprietà degli acciai compatti. Le conoscenze metallurgiche di base hanno
evidenziato che le proprietà ottimali dipendenti dalle aggiunte di lega si possono ottenere solo mediante
un controllo preciso del contenuto di carbonio. Un confronto tra le tolleranze sul contenuto di C degli
acciai completamente densi e quelle ammesse negli acciai sinterizzati è molto sfavorevole per la
metallurgia delle polveri. Indipendentemente da questo paragone, un controllo preciso del contenuto di
carbonio è sempre un fattore critico per garantire sistematicamente delle proprietà meccaniche elevate.
Si esaminano i vincoli termodinamici sugli equilibri del carbonio durante la sinterizzazione e si discutono
le interazioni possibili tra l'acciaio ed un’atmosfera controllata di endogas da metano. La valutazione
delle proprietà fisiche dei singoli gas, a varie temperature, mostra che i loro comportamenti ed i loro
effetti possono essere molto differenti. Alcuni costituenti gassosi possono causare diminuzione o
arricchimento in carbonio, mentre altri non modificano gli equilibri. Nel caso di scambi chimici, durante
la sinterizzazione, che coinvolgono il carbonio, il profilo di temperatura in alcune zone del forno può
essere un fattore critico. Si analizzano infine alcuni schemi tipici di forni di sinterizzazione e se ne
approfondiscono le possibilità d’impiego per la corretta elaborazione di acciai e per il preciso controllo
del carbonio, delle microstrutture, delle proprietà meccaniche.

Published
2013-07-03
Section
Memorie