Analisi della cavitazione indotta da deformazione a caldo su leghe di alluminio sperimentali basate sul sistema Al-Zn-Mg

  • P. Leo
  • S. Spigarelli
  • E. Cerri

Abstract

In questo lavoro si è analizzata la cavitazione indotta da deformazione a caldo su leghe di alluminio
sperimentali basate sul sistema Al-Zn-Mg. Lo scopo del lavoro è di chiarire la relazione che esiste sia tra
parametri di deformazione e cavitazione che tra microstruttura e cavitazione. Tale studio costituisce il punto
di partenza per l’individuazione di una corretta finestra di processabilità e/o di esercizio per il materiale
analizzato. Le leghe sono state deformate nello stato come ricevuto a trazione e a creep alle temperature (T) di
350-400°C. Le prove di trazione sono state effettuate a velocità di deformazione (?) compresa tra 10-5-10-3s-1;
quelle di creep a carico costante con stress iniziale compreso tra 5 e 22MPa. Inoltre, per chiarire il ruolo della
microstruttura sulla cavitazione, sono stati sottoposti a prova di trazione a caldo a 350°C anche campioni
trattati termicamente nello stato solubilizzato (490°C-2h) e invecchiato al picco a 160°C dopo solubilizzazione
(stato T6). Dall’analisi microstrutturale dei campioni dopo deformazione è emerso che le cavità originano in
genere corrispondenza di particelle di seconda fase o punti tripli e che la cavitazione aumenta con la
temperatura. Fissata la temperatura di prova si è osservato che la cavitazione aumenta al diminuire della
velocità di deformazione. Inoltre, a parità di parametri di processo (T e ?), i trattamenti di solubilizzazione e/o
invecchiamento riducono la cavitazione.

Published
2013-07-02
Section
Memorie