CONFRONTO TRA CARATTERISTICHE DI ACCIAI DA POLVERI NOMINALMENTE EQUIVALENTI SINTERIZZATE ALLA TEMPERATURA DI 1125°C

  • G.F. Bocchini
  • M.G. Ienco
  • G. Pellati
  • M.R. Pinasco
  • A. Baggioli
  • R. Gerosa
  • B. Rivolta

Abstract

Polveri metalliche prodotte da differenti aziende con un dato processo ed aventi uguali composizione chimica (1,75% Ni, 1,5% Cu, 0,5% Mo) si suppone che debbano essere equivalenti. Per verificare la validità dell’affermazione di equivalenza, sono state esaminate quattro polveri su base atomizzata parzialmente alligate mediante diffusion-bonding, secondo due linee di indagine. In questo rapporto si presentano i risultati del confronto fatto considerando il tenore di carbonio come variabile imposta. Le caratteristiche controllate sono state le variazioni dimensionali, il tenore di carbonio, la durezza, distribuzione di microdurezza, durezza universale, analisi frattale, geometria dei pori, proprietà microstrutturali, distribuzione del tenore locale di nichel e carico di rottura a flessione. I risultati sperimentali indicano che la equivalenza dichiarata non è adeguatamente confermata. Le analisi di microdurezza, di distribuzione della microstruttura e il tenore locale di nichel sembrano essere metodi validi per valutare l’effettiva equivalenza di polveri presentate come tali. I metodi di confronto utilizzati e descritti nello studio possono essere utili anche per i produttori di polveri interessati a migliorare l’idoneità dei loro prodotti a processi di sinterizzazione. I produttori di particolari sinterizzati possono seguire le tecniche proposte per rilevare differenze apprezzabili di prestazioni fra polveri che vengono presentate come equivalenti e giustificare o meno differenze di costo.
Published
2007-04-30
Section
Memorie