Sinterizzazione a microonde di polveri sferiche da lavorazioni industriali

  • P. Veronesi
  • S. Ferrari
  • G. Poli

Abstract

E' stata studiata la sinterizzazione a microonde in aria di polveri sferiche generate nelle lavorazioni di metalli mediante elettroerosione a filo. L’obiettivo dell’indagine è verificare se, rispetto ai sistemi convenzionali, il riscaldamento indotto dalle microonde produce variazioni nella termochimica e nella cinetica dei fenomeni chimico-fisici allo stato solido che avvengono durante il processo di sinterizzazione. Le polveri utilizzate sono costituite principalmente da microsfere di Cu/Zn e di Fe/Cr/Ni. L'applicatore di microonde utilizzato è un sistema a modo singolo, collegato ad un magnetron operante a 2.45 GHz. La sinterizzazione a microonde è risultata maggiormente attivata rispetto a quella tradizionale. Infatti la massima densificazione si è avuta per temperature di 100-200°C inferiori a quelle riscontrate con riscaldamento convenzionale. Inoltre, la microstruttura dei sinterizzati a microonde è profondamente differente, con minore ossidazione e permanenza di inclusioni metalliche sferiche. Tali fenomeni sono giustificabili considerando la concentrazione del campo elettromagnetico in corrispondenza delle zone di formazione dei colli.
Published
2007-01-30
Section
Memorie