FABBRICAZIONE E RAFFREDDAMENTO DEL LINGOTTO A87 IN ACCIAIO F22+V

  • S. Adinolfi
  • M. Illuminati
  • L. Langellotto
  • L. Lepore

Abstract

Il lingotto A87 in acciaio F22V è tra tutti i lingotti prodotti da ABS, quello che viene utilizzato per la realizzazione di grossi reattori per il campo petrolchimico. Date le dimensioni e la particolare composizione chimica che lo caratterizza, la produzione del lingotto A87 risulta particolarmente delicata. Infatti, gli acciai utilizzati nella produzione di reattori in campo petrolchimico devono essere in grado di sopportare carichi elevati in difficili condizioni operative, ambienti corrosivi ad alte temperature. Quindi, vanno tenuti sotto controllo tutti gli elementi della chimica che possono produrre iinfragilimenti del materiale ad alta temperatura, motivo per il quale vanno tenuti sotto controllo il J e l’X factor. Inoltre, data la mole del lingotto, risulta molto importante controllare sia il tenore di idrogeno nella chimica dell’acciaio, per evitare i difetti per fiocchi, che gli elementi che hanno maggiore tendenza alla segregazione per tenere quanto più possibile omogenea la composizione chimica tra le varie parti del lingotto. In questo articolo vengono descritte le principali problematiche connesse al raffreddamento del lingotto in cassone coibentato e viene presentato lo studio compiuto in collaborazione con il C. S. M. atto ad ridurre tali problematiche. Il processo di raffreddamento dei lingotti è caratterizzato dall’interazione non lineare tra il campo termico e meccanico, con l’ulteriore complicazione dovuta alla presenza della trasformazione di fase allo stato solido da austenite a ferrite e alla formazione di componenti microstrutturali, come perlite, bainite o martensite. Le proprietà finali del materiale, la distribuzione di tensioni residue e quindi l’insorgere di cricche sono fortemente dipendenti dalle reciproche interazioni tra questi aspetti.
Published
2008-06-29
Section
Memorie