EFFETTO DEL TRATTAMENTO AD ULTRASUONI DI LEGHE ALLO STATO LIQUIDO SULLA RESISTENZA A CORROSIONE

  • M. Gelfi
  • A. Pola
  • A. Arrighini
  • R. Roberti

Abstract

L’introduzione nel bagno di vibrazioni indotte da ultrasuoni di potenza permette di attuare sia il degasaggio
sia l’affinazione della lega in un unico step e senza l’uso di nucleanti, con una conseguente riduzione dei
costi di produzione ed una discreta semplificazione del processo produttivo. In aggiunta, recenti studi hanno
dimostrato l’applicabilità di questa tecnologia per l’ottenimento di leghe allo stato semi-solido, ovvero di leghe
che presentano una struttura costituita da globuli di fase primaria immersa in una matrice di eutettico.
Lo scopo del presente lavoro è di valutare l’effetto del trattamento ad ultrasuoni sulla resistenza a corrosione
di leghe da fonderia, quali leghe di alluminio della famiglia Al-Si e leghe di zinco della famiglia Zn-Al. Le
varie leghe sono state trattate ad ultrasuoni allo stato liquido e di seguito colate in uno stampo da laboratorio.
La resistenza a corrosione dei campioni così ottenuti è stata valutata mediante prove potenziostatiche e
potenziodinamiche in cloruro di sodio 0,5M, svolte in parallelo a prove in nebbia salina acetica e misure della
perdita di massa. I risultati ottenuti sono stati poi confrontati con quelli di analoghi provini non sonicati.
Osservazioni al microscopio ottico (OM) e al microscopio elettronico a scansione (SEM) hanno permesso di
documentare i meccanismi di corrosione attivi sulla superficie dei campioni. E’ stato così possibile correlare
i risultati delle prove di corrosione alla differente morfologia della microstruttura e delle seconde fasi
presenti nei campioni.

Published
2009-05-26
Section
Memorie