Leghe di cobalto prodotte per fusione: microstrutture, proprietà meccaniche e meccanismi di frattura

  • G. Scavino
  • P. Matteis
  • G.M.M. Mortarino
  • D. Firrao

Abstract

Campioni di lega di cobalto (stellite 6), prodotti per microfusione, sono stati sottoposti a prove di trazione e di
fatica a differenti temperature. La microstruttura è risultata essere dendritica, costituita da una matrice ricca
in cobalto e da zone interdendritiche lamellari composte da miscele eutettiche ad alto contenuto di carburi.
Non sono state notate variazioni, indotte dal mantenimento alla temperatura di prova, nella forma,
dimensioni e distribuzione delle dendriti e dei carburi. L’effetto della temperatura sulle proprietà meccaniche
è, nell’intervallo esplorato, abbastanza limitato. Non sono stati osservati cambiamenti nel meccanismo di
frattura al variare della temperatura. La frattura, nella prova di trazione e nella parte di schianto della prova
di fatica, procede mediante scollamenti interdendritici con fratture a basso assorbimento di energia.
Il completamento della frattura avviene nelle dendriti per quasi clivaggio. Nelle prove di fatica, la cricca si
propaga all’interno delle dendriti e la frattura avviene lungo i piani cristallografici, nei quali, a causa della
bassa energia dei difetti di impilamento, possono avvenire scorrimenti planari su aree estese, conferendo alla
superficie di frattura una caratteristica morfologia a gradini.

Published
2010-10-25
Section
Memorie