Valutazione della vita utile di acciaio zincato verniciato: esposizioni su campo e prove di laboratorio

  • M. Fedel
  • F. Deflorian
  • S. Rossi

Abstract

Al fine di studiare a fondo le relazioni che intercorrono tra l’invecchiamento artificiale e quello naturale,
sei diversi campioni zincati e rivestiti con primer e top coat sono stati esposti per 12 mesi in 3 diversi ambienti
naturali: Trento (Italia), rappresentativo del clima continentale, Marsiglia (Francia) di clima mediterraneo
e Daytona (USA) di ambiente tropicale umido. In tali siti sono stati raccolti, durante l’esposizione, i principali
dati meteorologici. I rivestimenti sono stati testati in laboratorio mediante prove accelerate tradizionali
(camera a nebbia salina, esposizione UV, etc). L’analisi delle proprietà protettive dei rivestimenti
e il monitoraggio dello stato di degrado è stato effettuato mediante misure elettrochimiche.
I risultati dimostrano che il tempo trascorso in presenza di condensa e cloruri sembra il fattore determinante
il degrado del sistema di protezione. L'esposizione naturale induce un degrado misurabile, in grado
di classificare l'aggressività dei diversi siti di esposizione. Questo fatto è dovuto alla presenza di cloruri,
alla maggiore energia di radiazione solare e al maggior tempo di condensa. L'ambiente urbano,
con la presenza di inquinanti, può influenzare maggiormente il degrado del substrato metallico,
più che influire sul deterioramento delle proprietà di barriera del rivestimento organico.

Published
2010-06-25
Section
Memorie