Studi sulla formabilità di lamiere in acciaio inossidabile rivestite di CrN

  • M. El Mehtedi
  • D. Ciccarelli
  • S. El Mohtadi
  • F. Gabrielli
  • S. Spigarelli

Abstract

L’applicazione di rivestimenti ultrasottili sta diventando un’opportunità sempre più attraente per conferire alle
lamiere in acciaio proprietà nuove e interessanti sia dal punto di vista tecnologico che da quello delle
potenziali applicazioni. Le tecniche di formabilità delle lamiere in acciaio sono ormai ben note e consolidate,
il problema sorge quando la lamiera è rivestita da un film di natura ceramica non in grado di supportare
l’elevato livello di deformazione imposto alla lamiera. La disponibilità di lamiere rivestite prodotte su scala
industriale in un impianto pilota è alla base di questo studio. Lamiere in acciaio inossidabile austenitico
rivestite con ricoprimenti ultrasottili con 150 nm di Cr-N sono state deformate, mediante prove di piegatura
inversa a tre punti, con diverse profondità allo scopo di monitorare l’insorgenza di danneggiamento nel
rivestimento. Il rivestimento è stato realizzato con la deposizione fisica da fase vapore (PVD) variando il flusso
di N2. Inoltre, alcune lamiere sono state pretrattate superficialmente con argon plasma etching prima del
processo di deposizione. I campioni rivestiti alle diverse condizioni sono stati caratterizzati, allo stato di
fornitura, mediante diffrattometria a raggi X e microscopia ottica ed elettronica in scansione (SEM); le stesse
analisi sono state effettuate dopo la fase di piegatura per valutare l’evoluzione del danneggiamento del
rivestimento in funzione dei parametri di deposizione e delle profondità finali di piegatura.

Published
2011-07-24
Section
Memorie